Home Progetti

Progetti

“Confronti” non è solo una rivista. È anche un centro di iniziativa culturale che promuove corsi di aggiornamento, seminari e viaggi di istruzione sui temi del pluralismo religioso e culturale, del dialogo tra le diverse comunità di fede presenti in Italia, della memoria storica della Shoah.

Ecco alcune delle iniziative che realizziamo e offriamo a tutti coloro che sono interessati ad approfondire i temi della nostra rivista:

Convegni, Seminari, Forum e Corsi di aggiornamento

sui temi del pluralismo religioso, della società multiculturale, della mediazione dei conflitti e dell’educazione alla pace.

Fiori di pace

È un programma che prevede l’invito in Italia di ragazzi israeliani e palestinesi che, dopo un periodo di conoscenza reciproca, si inseriscono o in alcune esperienze estive con ragazzi italiani (campi estivi promossi da chiese, associazioni o istituzioni) o nell’ambito delle attività scolastiche durante l’anno.Una serie di studi psicologici dimostra quanto sia difficile la condizione adolescenziale tra i giovani israeliani sottoposti alla costante minaccia di devastanti attentati terroristici; d’altra parte è ormai ampiamente documentata la situazione degli adolescenti palestinesi, stretti dalla violenza dell’occupazione e la propaganda delle fazioni estremiste e militarizzate. Parlare di pace, in questo quadro, è molto difficile. Da qui l’importanza dei programmi educativi che consentono di incontrare l’altro direttamente, fuori dagli schemi di pregiudizio correnti, in un clima rilassato che faciliti l’incontro e l’amicizia. Questo progetto è stato più volte realizzato con i finanziamenti del Comune di Roma, Comune di Genzano e Chiesa Avventisa del Settimo Giorno.

Semi di pace

È un programma di incontro tra testimoni di pace adulti, israeliani e palestinesi, che vengono in Italia sia per conoscersi meglio tra di loro che per condividere con il pubblico italiano le loro esperienze e le loro analisi. La caratteristica di questa iniziativa è che, dopo un breve periodo di orientamento rispetto alla realtà italiana, i “testimoni” si dividono in coppie – un israeliano e un palestinese – e si mettono al servizio dei gruppi, delle associazioni e delle istituzioni che li hanno invitati. Confronti porta avanti questo progetto dal 1999. Riteniamo che lo stesso progetto potrebbe essere sviluppato nella Regione Lazio con successo.

Sulle frontiere della pace più difficile

È un seminario itinerante in Israele e Territori palestinesi. La complessità israelo-palestinese richiede una attenzione particolare ma soprattutto la necessità di avere strumenti per tentare di comprendere e capire attraverso l’incontro. Il seminario prevede incontri con rappresentanti di istituzioni politiche da entrambe le parti e diversi rappresentanti religiosi, con realtà sociali e culturali israeliane e palestinesi ma soprattutto con uomini e donne che, pur in situazioni estremamente complesse e difficili, credono e lavorano per la pace. Confronti promuove questo tipo di seminario dalla metà degli anni Novanta.

Viaggi di studio e seminari itineranti

Sono diversi i seminari itineranti che il mensile Confronti organizza: Bosnia, Turchia, Russia, Stati Uniti, Irlanda. La loro caratteristica è quella di tentare di comprendere le complessità politico-religiose di diversi paesi attraverso l’incontro con rappresentanti politici, comunità religiose e gente comune. Numerose anche le tappe turistiche.

L’Italia delle religioni

Un viaggio attraverso le diverse tradizioni religiose presenti in Italia. L’Italia è un paese sempre più variegato, anche sotto il profilo religioso. Eppure di questo pluralismo di fedi, tradizioni e culture vi è scarsa coscienza. Confronti organizza questo seminario itinerante perché crediamo che soprattutto l’incontro diretto e personale con esponenti delle diverse comunità di fede possa aiutare a cogliere la complessità e la ricchezza del mosaico delle fedi in Italia.
Tappe nelle Valli valdesi in Piemonte, ad un monastero induista in Liguria, ad un monastero buddhista in Toscana, a Venezia per incontrare la comunità ortodossa ed ebraica, alla Grande moschea di Roma.

IPOTESI OPZIONALE O INCLUSA NEL SEMINARIO ITINERANTE:

Roma multireligiosa

Incontro e visita della Chiesa valdese, visita di san Pietro e incontro con realtà cattoliche, visita di un centro buddhista e incontro con alcuni membri e visita della Grande moschea e incontro con rappresentanti della comunità.

Sulle tracce della presenza arabo islamica in Sicilia

Le tracce della presenza arabo islamica, l’incontro con il mondo dell’immigrazione, le esperienze di accoglienza. Questi i temi del seminario itinerante che proponiamo ai nostri lettori. La meta è la Sicilia, una delle regioni italiane più segnate dalla multiculturalità e dal pluralismo delle tradizioni etniche, culturali e religiose. Come sempre nei viaggi promossi da “Confronti”, sono previsti incontri con esponenti delle diverse realtà culturali, religiose e sociali dell’isola: mediatori culturali e membri delle comunità immigrate, studiosi del fenomeno mafioso ed esponenti della società civile. Un modo diverso di visitare la Sicilia e di entrare nella complessità della storia, dell’arte e delle tradizioni di questa isola sospesa tra Europa e Nordafrica.

Viaggi della memoria

Un viaggio su alcuni dei luoghi significativi legati alla memoria della Shoah.
Si parte da Roma, dove si visita l’ex ghetto, il museo ebraico e la sinagoga. Si prosegue per l’ex campo di concentramento di Fossoli e il museo del deportato; il viaggio si conclude in Germania, con la visita all’ex campo di concentramento di Dachau.
Nel corso del seminario itinerante, momenti di riflessione attraverso gli incontri con testimoni e la visione di alcuni audiovisivi.
Il seminario è guidato da un testimone o un esperto.

IPOTESI OPZIONALE O INCLUSA NEL SEMINARIO ITINERANTE:

Giornata della memoria

Si tratta di un breve seminario di uno o due giorni in cui si visitano alcune realtà legate alla memoria della Shoah a Roma. Visita dell’ex ghetto e della sinagoga con il suo museo ebraico. Visita al museo di via Tasso e alle Fosse Ardeatine. Le giornate saranno guidate da testimoni o esperti.

Viaggio nella memoria del ‘900

Roma, Nonantola, Carpi, Trieste, Udine, Cercivento.
Dalle trincee alla Shoah, dai nazionalismi della prima guerra mondiale, alla tragedia delle persecuzioni antiebraiche e della Shoah. Un itinerario storico e didattico sui temi del nazionalismo, della guerra di trincea, dei problemi delle zone di confine, del nazifascismo.

Viaggi di istruzione per gli studenti

Ai viaggi per gli adulti si affiancano quelli riservati agli studenti: ricordiamo che Confronti da anni organizza i “Viaggi della memoria nei luoghi della deportazione e della Shoah”, curando anche la fase preparatoria in collaborazione con i docenti interessati. A questa proposta se ne affiancano molte altre, tra cui una versione “per le scuole” del seminario sull’islam in Sicilia. Si tratta di una originale esperienza di incontro con l’islam di oggi nei luoghi dell’islam di ieri: una proposta didattica basata sul dialogo e sul confronto. Vedi anche la nostra pagina dedicata alle proposte “per le scuole”.

PER INFORMAZIONI SU QUESTE E SULLE ALTRE INIZIATIVE CULTURALI DI CONFRONTI RIVOLGERSI A:

Ufficio programmi

Telefono Fax EmailTel: 06.4820503; 06.48903241 Fax: 06.4827901 Email: email