Concerto per raccolta fondi a favore del

Progetto Fiori di Pace 2017

-Un obiettivo da raggiungere attraverso la musica-

con il gruppo corale Grandi Laboratori Riuniti

NonSoLoGoSpeL

diretto da Micaela Grandi

Una carrellata di brani in ordine sparso che trae le sue radici dalla tradizione Spiritual e Gospel arrivando all'arrangiamento di brani di autori pop in chiave Gospel: da Jericho a Stevie Wonder, Beatles, Dylan, Ellington

 

25 Maggio 2017 - ore 20,30

Teatro Verde (Circ.ne Gianicolense, 10 – Roma)

Posto unico 10 €

 

Il Progetto Fiori di Pace 2017

Il progetto si divide in due fasi. La prima ha un carattere dimostrativo e promozionale e riguarda la realizzazione di un concerto di musica classica, tra novembre e dicembre 2017, che verrà tenuto da una orchestra da israeliani e palestinesi, con la direzione del maestro israeliano Roni Porat.

Composizione dell’orchestra:

20 musicisti da Israele e Palestina

10 musicisti dall’Italia

direttore, Roni Porat

È prevista inoltre la partecipazione della cantante israeliana NOA.

Lo scopo di questa fase del progetto è quello di testimoniare come sia possibile superare le barriere che ci separano in uno spirito di collaborazione, di incontro e di dialogo.

La seconda fase del progetto prevede come obiettivo l’assegnazione di borse di studio rispettivamente per uno studente israeliano e per uno studente palestinese, in vista di un soggiorno di formazione in Italia.

Il finanziamento delle borse di studio potrà essere costituito anche dal ricavato del concerto.

Dove nasce l’idea

Fiori di Pace è un progetto realizzato da Confronti/Com Nuovi tempi dal 2002, deve il suo nome al fatto che la prima edizione – giugno 2002 -fu sostenuta dal Comune di Genzano di Roma e si svolse in concomitanza con la tradizionale “Infiorata”.

Il suo scopo è creare un’opportunità formativa, per un periodo di 10/15 giorni, attraverso l’incontro e la conoscenza, tra giovani israeliani e palestinesi in Italia.

I ragazzi sono inoltre accolti dai coetanei italiani, in modo da creare da una parte un ambiente neutrale e contenitivo per i giovani ospiti, dall’altra sensibilizzare i ragazzi italiani sulle problematiche del conflitto in Medio Oriente.

Attualmente, forti dell’esperienza maturata in molti anni, e in collaborazione con l’associazione Figli di Abramo – Amici per la pace di Roma, riteniamo indispensabile ampliare e incrementare il progetto Fiori di Pace attraverso eventi collaborativi e l’istituzione di borse di studio che permettano a giovani, ragazze e ragazzi, di intraprendere, fuori dalle aree di conflitto, un percorso formativo integrato che affianchi alla specializzazione curriculare anche la sperimentazione di una effettiva convivenza e confronto quotidiano con l’altro, rispettandone i punti di vista e condividendone aspettative e speranze, a partire dal suo riconoscimento come portatore di pari dignità e diritti, sperimentando in prima persona la costruzione di una cultura del dialogo e della pace.

E’ un progetto molto ambizioso, la cui realizzazione richiede il sostegno di molti pertanto, insieme all’associazione Figli di Abramo – Amici per la pace, abbiamo iniziato una raccolta fondi che prevede anche la realizzazione di eventi dedicati, il primo dei quali è stato il Concerto di primavera che si è tenuto a Roma 21 marzo scorso.

---
---